Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_colonia

Il Land Nordreno-Vestfalia

 

Il Land Nordreno-Vestfalia

Il Land Nordreno Vestfalia offre sul proprio sito informazioni in lingua italiana. Con la sua popolazione di 18 milioni di abitanti, il NRV è demograficamente la più importante Regione della Federazione tedesca. Anche la collettività italiana residente, suddivisa tra la Circoscrizione consolare di Colonia (122.000) e quella di Dortmund (60.000), costituisce la seconda collettività straniera dopo quella turca.

La nascita del Land risale al periodo dell'occupazione britannica dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1946 essa riunì la maggior parte dell'ex provincia prussiana del Reno e della provincia Vestfalia, in seguito integrata dalla Regione Lippe-Detmold. Dal secondo dopoguerra, il Nordreno-Vestfalia rappresenta il centro politico ed economico del versante occidentale della Germania, tanto che gli equilibri politici locali si riflettono su scala nazionale.

Nel 1949, Bonn sul Reno (313.958 abitanti) fu eletta capitale provvisoria della giovane Repubblica federale. Dopo la riunificazione della Germania Berlino divenne capitale definitiva, mentre Bonn, con sei Ministeri federali che vi hanno tuttora la loro sede principale, con tre Organizzazioni delle Nazioni Unite (UN Volunteers, UNFCCC, UNCCD), la Rheinische Friedrich Wilhelm Universität, ricca di tradizioni, il nuovo futuro centro di ricerche CAESAR ed altri istituti di grande ricerca, ha di fronte a sè un futuro importante anche a livello internazionale.

Cuore industriale, moderno centro di tecnologia, regione ricca di cultura e sede di mass media (Medien in NRW) il Land NRV che un tempo era quasi esclusivamente caratterizzato da ciminiere di fabbriche, torri di estrazione ed altiforni, ha compiuto negli ultimi decenni una profonda trasformazione strutturale.

La regione del carbone e dell'acciaio è diventata una regione con carbone, acciaio e nuovi promettenti settori, in grado di attirare sia gli investitori tedeschi che quelli stranieri, anche per la presenza di una eccellente infrastruttura: una fitta rete di autostrade (2200 Km), strade ferrate (6100 Km) ed idrovie (700 Km) che collega le numerose grandi città quali Colonia (1.046.680 abitanti), Düsseldorf (604.527), Dortmund (580.511), Essen (573.784), Duisburg (485.465), Bochum (361.876), Wuppertal (345.425), Bielefeld (329.782), Bonn (313.958), Münster (302.178), Gelsenkirchen (278.695), Moenchengladbach (263.014), Aquisgrana (244.386) e Krefeld (239.916).

Il NRV ospita 6 aeroporti internazionali, tra cui quelli di Düsseldorf e di Colonia/Bonn. L'aeroporto di Düsseldorf conta circa 45000 passeggeri al giorno e con una media giornaliera di 530 voli é il terzo aeroporto tedesco dopo Francoforte e Monaco. I tre porti fluviali più importanti delle Germania si trovano nel NRV: quello di Duisburg, che è il più grande del mondo, quello di Colonia e quello nato dalla recente fusione dei porti di Neuss e Düsseldorf.

Quasi la metà della popolazione vive in grandi città di oltre 100.000 abitanti. Con i suoi circa 4,8 milioni abitanti il bacino della Ruhr costituisce la più grande zona industriale europea (1,4 milioni i lavoratori concentrati nelle 120.000 industrie di questa regione), ma le basi dell'economia del Land sono oggi più ampie di quanto non lo siano mai state in passato. Dal 1960 il numero dei lavoratori del settore carbosiderurgico è sensibilmente diminuito. Oggi nel territorio della Ruhr soltanto 12 miniere sono aperte, quattro delle quali saranno chiuse oppure incorporate ad altre miniere.

Il NRV ospita tre delle più grandi fiere internazionali della Germania: KoelnMesse, Messe Düsseldorf e Messe Essen, e oltre 700.000 piccole e medie imprese (PMI), ma anche 19 delle 50 maggiori società tedesche, tra cui Aldi, Bayer AG, Bertelsmann, Deutsche BP AG, Deutsche Post DHL, Deutsche Telekom, EON, Evonik, Henkel, Metro AG, Rewe-Group, RWE AG e Thyssen Krupp AG, e si collocherebbe, se fosse uno Stato indipendente, al 17mo posto nella classifica dei Paesi con il PIL più elevato.

Sul versante della cultura (Kultur in NRW), della scienza e ricerca (Bildung, Wissenschaft und Forschung in NRW) nel NRV, sin dagli anni sessanta, si è venuto a formare uno dei più fitti e molteplici paesaggi universitari: 58 università (Universitäten in NRW) ed istituti superiori con circa 500.000 studenti, mentre una rete di centri di tecnologia e di trasferimento, tra cui 11 Istituti della Società Max Planck, 13 della Società Fraunhofer, - nella quale rientra ormai anche la Fraunhofer-Gesellschaft zur Förderung der angewandten Forschung e. V. con sede a Sankt Augustin (Società per Matematica e l'Elaborazione dei Dati) - il Deutsches Zentrum für Luft- und Raumfahrt e.V. (Centro dell'aviazione e navigazione spaziale) ed il Forschungszentrum Jülich GmbH (Centro di Ricerca di Jülich), fanno sì che dal know-how delle università traggano profitto anche le piccole e medie aziende.

Il Land dispone di 602 musei che attirano ogni anno circa 13 milioni di persone (Kultur in NRW): la "Museumsmeile" di Bonn con quattro musei tra cui la Kunst- und Ausstellungshalle Bonn, a Colonia (Museen in Köln) il Wallraf Richartz Museum, il Museum Ludwig, il Römisch-Germanisches Museum; la Collezione d'arte del Land (Kunstsammlung) a  Düsseldorf; il Folkwang-Museum di Essen; la Kunsthalle Bielefeld o il Westfälisches Landesmuseum a Münster.

Nel campo dello spettacolo il NRV (Kultur in NRW) offre una fitta rete di oltre 160 palcoscenici (per programmi e prenotazioni si veda NRW-Ticket. Diffusione oltre i confini regionali hanno ad esempio il "Festival della Ruhr", gli "Incontri del Teatro del NRV"; le "Giornate del cortometraggio" di Oberhausen. Pina Bausch ed il suo teatro di danza di Wuppertal sono noti a Roma come a New York come a Tokyo. Non sorprende quindi che il Land registra oltre 15 milioni di turisti all’ano, opportunamente assistiti dall'Associazione per il Turismo in NRV (Tourismus in NRW).

 

Per un elenco completo: i links del Land NRV.

Informazioni ampie e dettagliate sulla Germania fornisce la pubblicazione "Fatti sulla Germania",
edita in lingua italiana dall'Ufficio stampa del Governo federale.


78