Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_colonia

Dichiarazione di accompagnamento

 

Dichiarazione di accompagnamento

Nel caso in cui un minore di età inferiore ai quattordici anni viaggi fuori del Paese di residenza non accompagnato dai genitori o da chi ne fa le veci, è necessario presentare all’Ufficio Consolare (o alla Questura se in Italia) una dichiarazione di accompagnamento sottoscritta da entrambi i genitori o dagli esercenti la responsabilità tutoria.
A fronte di detta dichiarazione, l’Ufficio Consolare o la Questura rilasciano la prevista attestazione.

La dichiarazione di accompagnamento può riguardare un solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore verso una destinazione specifica e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
si possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori (eventualmente alternativi fra loro).
I genitori/tutori del minore possono scegliere se l’attestazione rilasciata dal Consolato Generale debba essere stampata su un foglio a parte oppure riportata sul passaporto del minore (nel qual caso essa avrà comunque validità solo per il viaggio indicato).

Naturalmente, la dichiarazione di accompagnamento deve essere presentata anche qualora s’intenda affidare il minore ad un ente o ad una compagnia di trasporto. In questo caso, però, si suggerisce - prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto - di verificare che il vettore accetti che il minore gli venga affidato.

 

Come effettuare la dichiarazione di accompagnamento

La dichiarazione di accompagnamento deve essere sottoscritta da entrambi i genitori e preferibilmente presentata da almeno uno di essi all’Ufficio passaporti/carte d’identità del Consolato Generale nei giorni di apertura al pubblico (escluso il mercoledì) dalle ore 11.30 alle 12.30, allegando copia del documento d’identità del genitore eventualmente non presente. Non occorre fissare un appuntamento.

Solo nel caso di un genitore non cittadino di un Paese aderente all’Unione Europea è indispensabile la sua presenza in Consolato per l’autentica della firma.

I richiedenti dovranno presentare i propri documenti, quelli del/i minore/i e copia dei documenti degli accompagnatori.

Si precisa che la dichiarazione di accompagnamento è obbligatoria solo se il minore viaggia con un documento d’identità italiano.

 


261